Menu
%
I Vini
Ritorno

I Vini

La Collezione

Per elaborare i suoi vini, Philipponnat utilizza le migliori uve provenienti, per la maggior parte, dai Premiers e Grands Crus, esclusivamente in cuvées (prima pigiatura), e mette un punto d’onore nel raccogliere sempre le uve più mature rispetto alla media della Champagne. Una parte dei vini è fermentata ed invecchiata in fusti, il che rimane eccezionale della Champagne, e l’invecchiamento in legno conferisce loro una maggiore complessità, senza tuttavia appesantirli. I vini beneficiano di un tempo di affinamento in bottiglia, sui lieviti, che va dai tre agli undici anni. Affermando uno stile particolare che non cede alle tendenze, la Maison elabora una gamma di Champagne che sono soprattutto dei vini : gustosi, possenti ed equilibrati.

L’intensità aromatica, essenzialmente del Pinot Nero, è la loro trama comune, e la ricerca della freschezza e della mineralità, la loro architettura. Questo equilibrio perfetto tra intensità e freschezza è mantenuto grazie a dosaggi bassi. Presso Philipponnat, le vecchie annate sono conservate “in punta” nel Caveau du Trésor (Cantina del tesoro) e sboccate dietro richiesta dopo un lungo invecchiamento. La collezione Philipponnat propone una completa gamma di vini per tutte le occasioni di degustazione: altrettante annate particolarmente adatte alla gastronomia. Le tre cuvées non millesimate e le tre millesimate sono completate dalle cuvées di prestigio: Cuvée 1522 e Cuvée 1522 Rosé, Clos des Goisses e Clos des Goisses Juste Rosé.

Ritorno
01_royale_reserve_brut_detoure_2016.png
|Royale Réserve Brut
02_royale_reserve_non_dose_detoure_2016.png
|Royale Réserve Non Dosé
Packshot_RRR-2.png
|Royale Réserve Rosé

Il Tempo

Royale Réserve

Il nome di queste tre cuvées rimanda agli antenati della famiglia Philipponnat, proprietari di vigneti e negozianti, fornitori di Luigi XIV, magistrati e Maires Royaux della città di Ay, che si pregiava di non aver altro signore che il Re, sin dai Conti di Champagne. Tutte e tre sono elaborate a partire da uve provenienti essenzialmente dai più bei vigneti dei Premiers e Grands Crus del centro della Champagne, con una maggioranza di Pinot Nero. I vini che rientrano nella loro composizione provengono dalla prima pigiatura e beneficiano di una vinificazione tradizionale, per evitare un’ossidazione prematura. Il loro invecchiamento dura tre o quattro anni in cantina. La complementarietà è perfetta tra Royale Réserve Non Dosé, Brut e Rosé. I vini di riserva (dal 25 al 35%) sono invecchiati in fusti e gestiti in solera: vengono riassemblati ogni anno per integrare vini più complessi senza perdere la loro mineralità.

Il Tempo

Royale Réserve Brut

Royale Réserve Brut è la più pura espressione dello stile della Maison. Questa cuvée, che offre un bell’equilibrio tra struttura, lunghezza in bocca e vinosità, rivela la quintessenza del carattere del territorio di Mareuil-sur-Ay, dominante nell’assemblaggio, in cui predomina fortemente il Pinot Nero. Dopo tre anni di invecchiamento sui lieviti, Royale Réserve Brut acquista una gradevole maturità pur conservando una magnifica freschezza, il che ne fa un eccellente vino da aperitivo. La sua vinosità sublima carni bianche, salumi e pesci.

Schede di degustazione

Il Tempo

Royale Réserve Non Dosé

Royale Réserve Non Dosé esprime in maniera completa la qualità degli assemblaggi non millesimati della Maison. La totale assenza di zucchero lascia trasparire in questa cuvée tutte le qualità constitutive del vino ed offre una sottile alleanza tra precisione aromatica (note di limone e scorze d’arancio), mineralità e vinosità. Un vino da aperitivo pieno di freschezza che si accorda perfettamente con il pesce e i frutti di mare, e magnifica la cucina giapponese.

Schede di degustazione

Il Tempo

Royale Réserve Rosé

Colore leggero e gusto intenso si combinano insieme per questo vino fresco ed elegante. Fedele allo stile della Maison, la cuvée Royale Réserve Rosé è caratterizzata dalla finezza del suo bouquet, dove gli aromi fruttati rivelano una grande complessità. In bocca, l’attacco è preciso e le note di frutta mettono in rilievo alcuni accenni speziati. Questo elegante rosé, perfetto come aperitivo, accompagna a meraviglia carni e pesci affumicati, salumi e dessert a base di frutti rossi.

Schede di degustazione
Ritorno
test3_BDN.png
|Blanc de Noirs Millésimé
05_grand_blanc_brut_detoure_2016.png
|Grand Blanc Millésimé
06_sublime_reserve_sec_detoure_2016.png
|Sublime Réserve Sec Millésimé

Il Carattere

I Millesimi

Massima espressione dei più grandi territori della Champagne, particolarmente di Ay, Mareuil-sur-Ay e della Côte des Blancs, esclusivamente in Premiers e Grands Crus, le cuvées millesimate della Maison traducono il carattere di ogni vendemmia: sono elaborate selezionando le migliori uve provenienti da un’unica annata. Ognuna ha il proprio stile, ma tutte hanno un punto in comune: l’elegante vinosità. I vini che compongono l’assemblaggio provengono dalla prima pigiatura e la loro vinificazione, tradizionale, avviene in parte in legno, senza fermentazione malolattica. L’invecchiamento prolungato sui lieviti, in bottiglia e in cantina, per sei anni e più, le rende ancora più complesse.

Il Carattere

Blanc de Noirs Millésimé

Ambizioso assemblaggio costruito attorno ai grandi territori di Pinot Nero di Ay e di Mareuil-sur-Ay, la cuvée Blanc de Noirs Millésimé, è un vino elaborato unicamente nelle grandi annate: è il frutto di una selezione minuziosa dei migliori vini dell’annata. Vinosa e possente, questa cuvée rimane comunque piena di eleganza e freschezza. Può essere perfettamente degustata da sola o come accompagnamento di tutto un pasto.

Questa cuvée, il cui assemblaggio conteneva anche un tempo dello Chardonnay, si chiamava Réserve Millésimée fino al millesimo 2005.

Schede di degustazione 2003Schede di degustazione 2005Schede di degustazione 2008Schede di degustazione 2009

Il Carattere

Grand Blanc Millésimé

Assemblaggio dei migliori territori di gesso di Chardonnay della Champagne, la cuvée Grand Blanc è una notevole eccezione nella gamma dei vini Philipponnat, che ha fatto del Pinot Nero la sua firma. Per quanto piuttosto intenso e di consistenza cremosa, questo vino ha tutta la leggerezza e la finezza di un grande Blanc de Blancs. Moderamente dosata, la cuvée Grand Blanc, sempre millesimata, è uno stupendo Champagne da aperitivo, per le grandi occasioni. Un compagno di prim’ordine per i crostacei.

Schede di degustazione 2005Schede di degustazione 2006Schede di degustazione 2007

Il Carattere

Sublime Réserve Sec Millésimé

Complemento perfetto della trilogia dei vini millesimati della Maison, la cuvée Sublime Réserve è uno Champagne Blanc de Blancs dosato per ottenere un «sec» (30 g/l) appositamente creato per la gastronomia. Questo puro Chardonnay, elaborato nelle migliori annate millesimate, si distingue per una leggera acidità che gli conferisce una certa freschezza, messa in risalto i suoi aromi di frutti bianchi, burro e miele. Sublime Réserve Sec è il vino di Champagne ideale per sublimare le pietanze di consistenza morbida, il foie gras, ed esaltare la cucina orientale e i dolci leggeri.

Schede di degustazione 2002Schede di degustazione 2005
Ritorno
08_Cuvee_1522_detoure_2016.png
|Cuvée 1522
07_Cuvee_1522_rose_detoure_2016.png
|Cuvée 1522 Rosé

L’Eredità

Cuvée 1522

Il loro nome commemora l’annata in cui la famiglia Philipponnat si è stabilita nel villaggio di Ay, nel cuore della Champagne. Per quanto lontano possano risalire gli archivi della Maison, si trova traccia degli antenati della famiglia, il primo dei quali, Apvril le Philipponnat, fu proprietario dei vigneti nella località detta «Le Léon», fra Ay e Dizy, sin dal 1522. Champagne d’eccezione, le Cuvées 1522 e 1522 Rosé sono elaborate a partire dai vini più autorevoli della Maison, sempre di Grands Crus, per la maggior parte vinificati in legno, senza fermentazione malolattica. Il vino rosso di Mareuil che rientra nella composizione della Cuvée 1522 Rosé proviene da vigneti classificati come Premier Cru. Dosate per ottenere un «extra-brut» (4 g/l), esprimono tutta la mineralità del territorio di Champagne e sono la massima espressione dei grandi assemblaggi Philipponnat. Complessi ed equilibrati al tempo stesso, con un affinamento che va da sei a otto anni, questi due grandi Champagne ricchi di sfumature presentano uno stile fondato, più che su una grande possenza, sull’equilibrio.

L’Eredità

Cuvée 1522

Sull’incisione che illustra l’etichetta della Cuvée 1522, si riconosce il villaggio di Ay, culla della famiglia Philipponnat da sedici generazioni. Questa cuvée di eccezione viene esclusivamente elaborata a partire dai migliori vigneti e le migliori uve della Maison, e particolarmente dai suoi appezzamenti storici del "Léon" a Ay, che le conferiscono tutta la sua ampiezza, la sua mineralità e le sue tipiche note pepate e speziate. Un «extra-brut» che, a tavola, accompagna pesce iodato come il rombo, o carni bianche.

Schede di degustazione 2004Schede di degustazione 2005Schede di degustazione 2006Schede di degustazione 2007

L’Eredità

Cuvée 1522 Rosé

Complessa ed equilibrata, questa versione della Cuvée 1522 presenta una gradevole vivacità che ne fa un grande Champagne rosato, equilibrato e minerale, fruttato e speziato. Un carattere che proviene in parte dalla vinificazione in legno, e soprattutto dal leggero apporto tannico del Pinot Nero vinificato in rosso, del vigneto della Maison a Mareuil-sur-Ay. Si abbina sia all’agnello che alla triglia o ai frutti di mare, grazie al suo equilibrio minerale e fruttato al tempo stesso.

Schede di degustazione 2006Schede di degustazione 2007
Ritorno
PRO_CDG_2008.png
|Clos des Goisses
10_closdesgoisses_rose_detoure_2016.png
|Clos des Goisses Juste Rosé

L'Assoluto

Clos des Goisses

Dalle uve provenienti dal più antico e celebre clos della regione, quello che presenta il pendio più ripido (45°), Philipponnat crea un vino di eccezionale possenza nella Champagne. Con i suoi 5,5 ettari cinti da mura, il Clos des Goisses occupa la migliore collina di Mareuil-sur-Ay. Proprietà della Maison da quasi un secolo, è un vigneto di grande pregio: perfettamente esposto in pieno sud, è unico e riconoscibile tra tutti per la sua fortissima pendenza. Più che una cuvée di prestigio, è il vino di un territorio assolutamente unico.

L'Assoluto

Clos des Goisses

Clos des Goisses è il più possente di tutti i vini di Champagne. Proviene da una collina di puro gesso, senza pari, esposta in pieno sud, a Mareuil-sur-Ay, il cui pendio a 45° non smente l’origine del nome : in antico dialetto locale «Gois, o Goisse» indica un poggio molto scosceso. Questo vino, sempre millesimato e leggermente dosato, vinificato in legno, senza fermentazione malolattica, si caratterizza per un’ampiezza e una lunghezza eccezionali. Grandissimo vino e altrettanto eccelso Champagne, Clos des Goisses è paricolarmente destinato alla gastronomia. Intensamente minerale, forma abbinamenti indimenticabili con i cibi più saporiti : selvaggina, tartufi, caviale o formaggi.

Schede di degustazione 2003Schede di degustazione 2004Schede di degustazione 2005Schede di degustazione 2006Schede di degustazione 2007Schede di degustazione 2008

L'Assoluto

Clos des Goisses Juste Rosé

Vino mitico, apprezzato dai collezionisti, Clos des Goisses Juste Rosé è unanimemente celebrato dai migliori degustatori. È l’espressione rosata dell’intensità di un territorio d’eccezione e deve il suo nome di «Juste Rosé» al suo colore leggero, prova di un invecchiamento lungo e armonioso. La sua trama in bocca è precisa, golosa, e abbina freschezza e fruttato. Di incredibile complessità, Clos des Goisses Juste Rosé si apprezza particolarmente con le carni di vitello e agnello, e con i grandi crostacei.

Schede di degustazione 2005Schede di degustazione 2006
Ritorno
11_LeLeon_detoure_2016.png
|Le Léon
13_Mareuil_detoure_2016.png
|Mareuil-sur-Ay
12_LesCintres_detoure_2016.png
|Les Cintres

L’Origine

Le Parcellari

È nei migliori terreni del vigneto Philipponnat che nascono le cuvée parcellari della Maison. Le uve selezionate per elaborare il «Léon», «Mareuil-sur-Ay» e i «Cintres» provengono tutte dai terreni storici della Maison, classificati Premiers e Grands Crus: nella località «Le Léon» ad Ay, dove Apvril le Philipponnat possedeva dei vigneti sin dal 1522; a Mareuil-sur-Ay, in cui si trova la sede della Maison; e, infine, nel cuore del Clos des Goisses, un appezzamento eccezionale nella Champagne. Questi vini bianchi ottenuti da uve nere, millesimati, sono invecchiati per almeno sette anni in cantina. Il loro dosaggio extra-brut ne lascia esprimere tutta la complessità e ricchezza aromatica. Proponendo un perfetto equilibrio tra freschezza e vinosità, le cuvée parcellari Philipponnat, 100% Pinot Nero, incarnano perfettamente lo stile della Maison, che si identifica in questo vitigno. Prodotta in serie limitata, questa trilogia di champagne esclusivi è la quintessenza dei vini Philipponnat.

L’Origine

Le Léon

L'appezzamento della località «Le Léon», situato tra Ay e Dizy, fa parte dei territori storici della Champagne e della Maison : Apvril le Philipponnat vi possedeva dei vigneti sin dal 1522. Classificato Grand Cru, è piantato esclusivamente in Pinot Nero. La cuvée parcellare «Le Léon» millesimo 2006 presenta delle note di agrumi, pepe bianco, paprika dolce e fragole di bosco, tipiche della mineralità del suolo gessoso di Ay. Uno champagne d’eccezione che crea sublimi alleanze con i frutti di mare e i pesci iodati, ma che accompagna anche perfettamente le carni arrostite, il prosciutto di Bellota o i formaggi a crosta lavata.

Schede di degustazione 2006

L’Origine

Mareuil-sur-Ay

La cuvée parcellare « Mareuil-sur-Ay » offre l’espressione più precisa di questo terreno multicentenario, Premier Cru piantato essenzialmente in Pinot Nero. La degustazione è caratteristica del millesimo 2006: fruttato e delicato al tempo stesso, con una gradevole leggerezza in bocca, questo vino crea un sottile abbinamento con le conchiglie e i crostacei, esaltando anche le carni bianche e i formaggi a pasta molle.

Schede di degustazione 2006

L’Origine

Les Cintres

L'appezzamento detto «Les Cintres» è situato al centro del Clos des Goisses. È l'espressione più intensa di questo eccezionale territorio: le sue vigne, esposte in pieno Sud, godono tutto l'anno di un soleggiamento ideale. Alla degustazione, il millesimo 2006 associa sentori di frutti rossi e acquavite di lampone a note leggermente affumicate. La sua straordinaria ricchezza aromatica e una bella freschezza finale lo rendono perfetto per accompagnare aragosta, pesce iodato o carne bianca. Con qualche anno di maturazione in più, questo champagne potrà anche sublimare stufati e formaggi.

Schede di degustazione 2006